L’importanza di Game of Thrones

Dieci anni fa andava in onda per la prima volta Game of Thrones Il trono di spade, una di quelle serie televisive che ha cambiato la vita di molti, me compresa, e non solo perché sono autrice del saggio per Ultra edizioni.
A distanza di dieci anni, si conferma comunque come una delle grandi serie di questi anni, pur con tutti i suoi difetti, e comunque il finale non è il massimo ma sempre meglio di quelli di The X-Files Angel. Sono onorata di essermene occupata scrivendoci su un libro, e tornerò ad occuparmene in futuro, perché Game of Thrones è un mondo che ti entra dentro e non ti lascia più.

 

covergame

Sponsored Post Learn from the experts: Create a successful blog with our brand new courseThe WordPress.com Blog

WordPress.com is excited to announce our newest offering: a course just for beginning bloggers where you’ll learn everything you need to know about blogging from the most trusted experts in the industry. We have helped millions of blogs get up and running, we know what works, and we want you to to know everything we know. This course provides all the fundamental skills and inspiration you need to get your blog started, an interactive community forum, and content updated annually.

Essere nerd

In attesa di poter riprendere a fare attività dal vivo, cosa che vedo sempre più difficile per una serie di motivi che sarebbe lungo elencare, non ultima la sudditanza della cultura alle forze politiche che ci hanno messo sotto un giogo dittatoriale sanitario, ecco un po’ di FAQ sul mio essere nerd partendo dal mio ultimo libro, La riscossa delle nerd.

Quando sei diventata nerd e otaku?
Da bambina mi appassionai fin da subito agli anime di Goldrake, Jeeg e Capitan Harlock e ai telefilm di Spazio: 1999, senza contare la mia lunga militanza nel fandom di Candy e Lady Oscar, ma direi che sono diventata ufficialmente una nerd e otaku agli inizi degli anni Novanta, quando riscoprii gli anime e diventai una lettrice appassionata di fantastico, entrando anche nel giro dei patiti, con fiere e raduni in fumetteria.
Secondo te, come è cambiato il mondo nerd in questi trent’anni?
In maniera incredibile, oggi essere nerd e otaku è una moda, un trend che però è iniziato proprio negli anni Novanta, grazie a persone come Luigi Bernandi, i Kappa Boys e tutti coloro che hanno creduto e capito la forza del mondo dei fumetti e dell’immaginario fantastico. Però in questo momento stiamo correndo il rischio di perdere tutto, la dittatura sanitaria che purtroppo manipola anche il mondo della cultura ha bloccato e distrutto tutto, condannando le persone all’isolamento e ho visto anche tanti nerd e otaku accettare questo, non solo chi faceva una vita isolata già da prima. Bisognerà spazzare via tutto al più presto.
Appunto, l’isolamento sociale. Pensi che nel mondo nerd e otaku ci siano delle criticità di comportamento?
Come in tutti i giri ci sono persone problematiche, e la situazione attuale non aiuta. Gli hikikomori sono solo un aspetto del problema, ma io non credo comunque che essere appassionati di fumetti e fantastico porti le persone a fare cose assurde, le farebbero comunque. La vecchia diatriba della violenza ispirata da Goldrake e soci è a dir poco risibile.
Hai qualche rimpianto come nerd e otaku? 
Non essermi iscritta a lingue orientali tanti anni fa, mollando la facoltà che facevo e che non mi entusiasmava o come seconda laurea. Ma sto studiando giapponese e  non solo.
Quali sono le cose migliori che ti ha dato il mondo nerd e otaku? Mi ha dato una ragione di vita, mi ha fatta uscire di casa, ha ispirato lavori e collaborazioni, mi ha permesso di realizzare il mio percorso da scrittrice, mi ha fatto conoscere tante persone, mi ha riempito la vita di cose belle. Ma adesso bisogna cambiare registro e cercare di salvare quello che si può.
Quali sono secondo te le opere imperdibili per una nerd?
Posso dire le mie preferite: come libri Le nebbie di Avalon La storia infinita, come anime Capitan Harlock Lady Oscar, come film Il signore degli anelli Labyrinth, come serie TV The X-Files Game of Thrones, come personaggi Xena e Ripley, ma sono nomi a caso.
Oltre che fare la nerd quali sono le tue altre attività? 
Sono una gattofila, adoro fare lunghe passeggiate in giro per le città, mi piaceva andare per Musei, adoro il mondo anglosassone e celtico, ascolto musica classica, barocca, rock, folk e metal, sono una patita di fotografia e mi piacciono come generi molto anche il thriller e lo storico.

Progetti, scrittura e altro

Quest’anno non ho intenzione di restarmene a casa e perdermi la primavera che esplode in giro, ma dopo l’uscita de La riscossa delle nerd ci sono anche altri lavori e progetti da portare avanti.
Hanno annunciato il Salone del libro dal 14 al 18 ottobre, per allora potrebbe essere pronto il mio saggio sulle streghe nell’immaginario fantastico per Yume. In parallelo, sono in trattative per l’uscita prossimamente dell’Enciclopedia del fantasy, ma sono sempre aperta a nuove proposte, anche perché nel giro di qualche mese dovrò fare qualche aggiunta con le nuove serie televisive in uscita.
Per il resto sono già al lavoro sulle guerriere del fantastico, sull’urban fantasy e sulle serie di fantascienza, con molto da fare tra letture e visioni. Per fortuna che Felix mi fa compagnia, e da un lato è anche bello evadere da un mondo che mi piace sempre meno.

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera

KODAK Digital Still Camera