Ricominciare a scrivere fanfiction

a2ef5958cfaa6f8bbba91eb97f31d688

In questo periodo non facile e in cui bisogna lottare, mi è venuta voglia di riprendere a scrivere fanfiction, in particolare su Lady Oscar e questo per una serie di ragioni.
Innanzitutto, per lo splendido cofanetto della J-Pop con le storie fuori collana, alcune le conoscevo già, altre sono state una piacevole sorpresa, ci sono tanti spunti a cui attaccarsi, non ultimo Girodel vampiro. L’idea di mescolare l’universo di Oscar con quello di un genere che io adoro come il fantastico, una passione giunta dopo ma altrettanto importante, mi intriga parecchio.
Poi ho scoperto un bellissimo forum, giusto per distrarmi un po’ dai social, in tema, con tante discussioni e spunti, partendo in particolare dal celeberrimo e controverso episodio 28, Un innamorato respinto, dove c’è una delle scene più scioccanti di sempre, con l’aggressione di André ad Oscar, che apre la strada a possibili universi alternativi.
Sì, perché lo devo dire, non ho mai digerito fino in fondo come finisca la loro storia, non tanto che alla fine muoiano entrambi, purtroppo un lieto fine sarebbe stato poco credibile data la premessa, ma che per loro abbiano avuto solo una notte e non qualcosa di più. Negli anni ho scritto fanfiction su Buffy e The X-Files, ma qui tutto sommato le cose sono andate a finire meglio (tranne che per Topastro, altro rimpianto), per cui non sento una grande necessità di riprendere quegli universi, forse per dei cross over.
Lady Oscar sì, eccome, per immaginare un mondo migliore per due eroi che mi accompagnano da una vita. Sono già al lavoro su alcune storie e quanto prima usciranno allo scoperto, perché almeno nella fantasia abbiano il loro lieto fine, sia pure per poco.

Ispirazione e punti fermi

Mentre continuo a fare progetti e ad organizzare la mia vita malgrado il clima pesante di restrizioni e di dittatura del pensiero unico, trovo ogni tanto cosette interessanti sulla rete che mi spingono a fare delle considerazioni.

Ballard era un grande che credeva in cose interessanti, soprattutto sull’immaginazione, che non risolve tutti i problemi, ma aiuta molto.

Verissimo, il passato è passato, ma a volte tocca rimpiangerlo, quando il presente fa schifo, come da un po’ di tempo a questa parte.

Sacrosanto: ho detestato dover fare l’Università a tutti i costi, tenendo conto che ho fatto una facoltà che non mi interessava e che non sono riuscita a mollare. Mi interessa molto tutto quello che ha a che fare con la creatività, artigianato compreso, e devo dire che i fatti da marzo del 2020 ad oggi mi hanno fatto capire come chi ha studiato sia di solito solo un gran presuntuoso.

Tutto vero, ecco perché bisogna mollare gli ambienti e le persone tossici…

Sagge parole, fumetti e cultura nerd restano punti fermi nella mia vita, anche se non amo più tanto quel mondo.

Progetti per l’estate

KODAK Digital Still Camera

E finalmente è arrivata l’estate, la seconda anomala da quando è iniziata questa follia, quindi niente gite, niente viaggi, niente visite per Musei e simili, visto che non mi va di deprimermi.
Per fortuna ci sono due cose che mi rendono felice: il mio gatto Felix e ovviamente la scrittura. Scrivere è stata la mia attività principale a partire da marzo dell’anno scorso, e continuerà ad esserlo temo ancora per molto. 
Ci sono i tre ultimi libri usciti, i saggi su Once upon a time Game of Thrones e La riscossa delle nerd, nelle prossime settimane saprò quando uscirà per Yume il libro sulle streghe nell’immaginario fantastico e ho firmato per Edizioni NPE per l’anno prossimo il contratto per l’Enciclopedia del fantasy. E in parallelo sto scrivendo un saggio sulle guerriere tra Storia e immaginazione, una Storia delle serie TV di fantascienza e una sull’urban fantasy partendo dalle serie televisive, con tanto di scorpacciata di vampiri, streghe e licantropi.