I 150 ANNI DI ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE « La zona morta

Sorgente: I 150 ANNI DI ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE « La zona morta

Annunci

Un metodo per scrivere

Parlavo qualche giorno fa della mia attività di scrittrice con una giornalista e il punto che trovo più difficile è quello di trovare un metodo per scrivere. Non riesco ad avere, come altri colleghi, dei momenti fissi durante la giornata.
Tutti i mesi preparo una paginetta su Word di planning di attività che farò quel mese, compresa la scrittura, ma mentre con gli articoli per i giornali on line e gli impegni sociali e culturali fuori casa riesco abbastanza ad organizzarmi, con settimane molto piene (alla faccia di chi dice che chi si occupa di cultura non ha niente da fare) con la scrittura no.
Non sono una hikikomori che passa le sue giornate a casa (lo ero un po’ da adolescente per una serie di motivi ma è un capitolo chiuso), al mattino ho impegni, al pomeriggio anche, difficile che passi mezze o intere giornate a casa, e di solito quando lo faccio mi dedico a massicci lavori di pulizia e riordino.
Eppure, visto che da grande voglio fare anche la scrittrice, dovrei trovare un metodo, ma sono tante le variabili, le altre cose da fare, la spossatezza, la voglia di uscire, gli interessi fuori casa, le altre mie atttività. Adesso intanto sto lavorando ad un chick lit per un concorso, sto anche progettando un fantasy sulle fiabe, e poi ci sono in ballo due saggi.

Strategia per promuoversi

 

Inutile negarlo, alle presentazioni, se non sei Margherita Oggero & C. viene poca gente e poi gli editori ti rimproverano che i tuoi libri non vendono.
Occorre quindi studiare una strategia per attirare vendite e pubblico, che io sto strutturando su alcuni punti:

  1. Dire in giro che si hanno scritto dei libri, a tutti quelli che si incontrano, dal parrucchiere al barista, e portare volantini in tema anche nei posti non canonici (librerie, biblioteche e simili);
  2. I social network: non sono tutto nella vita, ma sono utili per propagandare;
  3. Contattare giornalisti e blogger perché parlino di te, magari contraccambiando la gentilezza, visto che siamo in tanti a scrivere;
  4. Combattere chi ti accusa di essere una scrittrice mediocre, innanzitutto ignorandoli (la loro è solo invidia, visto che sapranno a malapena inserire due aridi dati contabili o informatici in un pc) ma se esagerano ricordare che esistono i reati di diffamazione e calunnia;

E vediamo se queste cose vanno. Ricordo che riguardo ai romanzi che ho scritto, Le eredi di Bastet è tranquillamente ordinabile tramite distributore o on line, per cui acquistatelo così, mentre L’immortalità della sirena è disponibile o dalla Teke o on line o tramite la sottoscritta.