Steamboat

Fumetteria, luogo di esposizioni in tema, libreria specializzata in letteratura fantastica, angolo per cosplayer, bar, posto per conferenze in tema: Steamboat, in via Po 53, con dietro un altro inossidabile, Vittorio Pavesio, è un altro di quei posti da tenere d’occhio, non solo per fare acquisti, ma per quello che vuole fare di più, per la cultura degli appassionati di fumetto e immaginario a Torino e non solo. Un altro posto da tenere d’occhio, ce ne sono sempre di più qui nel capoluogo subalpino.

Annunci

La Libreria Borgo San Paolo

Nella zona pedonale di via di Nanni è nata la terza libreria nuova di quest’autunno 2012: al posto di una vineria che causava lamentele e proteste ora c’è la Libreria Borgo San Paolo, gestita da una famiglia simpaticissima, con tanto di figlio patito di fumetti e graphic novel, amanti di animali, libri, passeggiate in montagna.. un posto bellissimo dove anche “solo” entrare a fare quattro chiacchiere. Ed è un posto da tenere d’occhio perché promette attività, per diventare un punto di riferimento nella zona.

Libri al cinema Centrale

La Libreria Thèrese di corso Belgio qui a Torino ha realizzato un’unione interessante con uno dei più vecchi cinema d’essai subalpini, il Centrale di via Carlo Alberto 27, portando una libreria in uno spazio cinematografico. I grandi protagonisti sono i libri di cinema, accanto ad una scelta di libri di viaggi, per ragazzi, di musica e spettacolo. Uno spazio da tenere presente, che apre verso mezzogiorno e chiude verso mezzanotte, in parallelo o invece della visione di un film.

Il Ponte sulla Dora

La Guida alle librerie indipendenti di Torino meriterebbe una nuova edizione, perché hanno aperto nuove librerie qui a Torino, qualcuna ha anche tristemente chiuso, ma ci sono alcune new entry interessanti.
L’inossidabile Rocco Pinto ha aperto a novembre Il Ponte sulla Dora, in via Pisa 46, in un quartiere in preda a nuovi sviluppi creativi, un punto per chi ama lo scambio sui libri di qualità.
Che dire se non Benvenuti a Rocco e i suoi amici librai?

Portici di carta

Arriva l’autunno, con le sue temperature in calo e le sue nebbioline, e arriva Portici di carta, la kermesse torinese dedicata al libro e alle librerie, che quest’anno animerà i portici torinesi il 6 e il 7 ottobre. Non mancherò, per rivedere librai che conosco e per capire cosa si muove di nuovo nel panorama libraio torinese.
Dopo la triste dipartita di Zero in condotta, ho una brutta sensazione riguardo alla libreria Giolitti, mentre attendo notizie su una nuova libreria che aprirà l’inossidabile Rocco Pinto in via Pisa mi si dice e devo approfondire la voce di una nuova libreria con bar che avrebbe aperto da qualche parte qui in città. Intanto preparo scarpe comode e borsello per girarmi tutti i Portici di carta, sperando che i rompiscatole di Mondolibri e della finta beneficenza vengano messi in fuga in maniera preventiva…

In morte di Zero in condotta

Tra le librerie che avevo intervistato per la Guida alle librerie indipendenti di Torino c’era anche Zero in condotta, nata quindici anni fa in via Po tra via San Massimo e via Ozanan e poi trasferitasi in via San Francesco da Paola, in una sede nuova e accattivante.
Purtroppo sabato 14 luglio Zero in condotta ha chiuso, con una svendita di titoli che mi ha permesso di mettere le mani su una raccolta di racconti curata da Marion Zimmer Bradley, un libro illustrato sulla Rivoluzione francese, un libro illustrato sui castelli d’Italia, un libro sulla Venezia di Tiziano, un libro su miti e leggende e una biografia di Carlotta d’Asburgo.
Sempre triste, quando chiude una libreria: dal canto mio devo dire che l’avevo comunque frequentata non molto, ma la ricorderò sempre con affetto. Mi raccomando, continuate a comprare on line e a pensare che gli ebook siano meglio dei libri cartacei così quando avremo perso tutto ci accorgeremo che i computer servono a ben poco…
Io dal mio canto continuerò a frequentare librerie reali e a leggere libri su carta. Abbasso le nuove tecnologie se rendono schiavi e non fanno vedere niente al di là dello schermo del pc.