Autunno tempo di lettori e scrittori…

Domenica scorsa è tornata l’ora solare e insieme è arrivata una perturbazione tosta che spinge a rintanarsi in casa, anche se sto seguendo un interessantissimo corso di giapponese. Pare che a Lucca Comics sarà discreto ma il buio precoce concilia le attività creative in casa.
Come ex introversa ai limiti dell’hikikomori preferisco stare sempre attenta a non finire chiusa in casa sempre e comunque, ma quando capita un pomeriggio come quello di ieri, salvo impegni insormontabili, può essere l’unica  soluzione. E mentre benedici chi ha inventato luce elettrica, riscaldamento, pc e libri e adori ancora una volta di più il tuo gatto, la pioggia può essere una benedizione per stare in casa a mandare avanti progetti e a fare lavori, visto che noi creativi in realtà non abbiamo orari e dobbiamo essere sempre sull’onda.
Mettere a posto la propria biblioteca per creare nuovi spazi per libri e fumetti, scrivere, fare maratone di film e telefilm su cui si dovrà poi ragionare per i prossimi lavori, leggere, studiare, con la supervisione del proprio gatto, sono attività non certo da fancazzista e che diventano piacevoli e gratificanti mentre fuori piove. Sperando che non piova per sempre…

Annunci