La casa editrice Lady Oscar

ladyRipropongo, con qualche cambiamento, l’articolo che ho postato sul sito sui quarant’anni di Lady Oscar, riguardo ad un progetto che mi gira per la testa da tempo e che, proprio grazie a questa storia senza tempo, ha forse trovato la sua vera fonte d’ispirazione.
Lavoro da anni nell’ambito editoriale e dei libri, e da tempo pensavo di aprire una casa editrice come ditta individuale, per pubblicare cose inerenti il fantasy, mio grande amore da tempo. C’è un problema, è un genere ultra inflazionato e pubblicato da colossi come Mondadori, dubito che ci sia qualche briciola da recuperare.
Recuperando la passione per Lady Oscar, che non mi ha mai abbandonata ma che forse avevo messo un po’ da parte affiancandola con altre cose, mi sono trovata a fare alcune considerazioni su che tipo di libri si potrebbero pubblicare. In un primo tempo avevo pensato ad un’associazione culturale, ma bisogna essere in tre, e poi dato il momento non proprio esaltante non ha molto senso costituirla, anche perché chissà per quanto non si potranno organizzare degli eventi decenti.
Facendo le ricerche per la Guida e per il sito, a cui continuerò a lavorare da adesso all’infinito, mi sono resa conto che ci sono tantissimi libri ambientati all’epoca di Oscar, saggi e romanzi, inediti in italiano, o assenti da troppi anni dalle librerie: libri come le biografie di Maria Antonietta di Jean Chalon e Simone Bertière, il romanzo Daughters of the storm di Elizabeth Buchan, i classici di Dumas inediti da anni ambientati durante la Rivoluzione, a cominciare da Le chevalier de Maison Rouge.
Inoltre, si potrebbero pubblicare saggi e approfondimenti sulle opere di Riyoko Ikeda, sugli shojo, sul tema delle donne guerriere, romanzi storici e fantasy con protagoniste ragazze combattenti, riletture della storia di Oscar, saggi originali storici di autori e autrici italiani. Il modello a cui guardo è la casa editrice Jo March.
In alternativa ad aprire una casa editrice mia, progetto con diverse criticità, soprattutto nell’immediato, tra psicosi e vessazioni, potrei curare una linea editoriale o collana in tema  all’interno di una casa editrice già esistente. Va da sé che vorrei intitolare la casa editrice o la collana a Lady Oscar, sperando che si possa fare per motivi di copyright.
Che dire? E’ solo il primo tassello di un progetto, del resto crescere con le proprie passioni è sempre una vittoria. Vedrò cosa riesco a concretizzare nei prossimi mesi, e aspetto consigli e proposte.

d1ckueg-a53fff93-0d72-48b3-b7b7-bdae225b4d2dmaxresdefault

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.